skip to Main Content
Emotional Intelligence

Intelligenza Emotiva – Una qualità essenziale in un leader

L’intelligenza emotiva, in inglese emotional intelligence (EI) è un aspetto dell’intelligenza legato alla capacità di riconoscere, utilizzare, comprendere e gestire in modo consapevole le proprie e le altrui emozioni.

Perché parliamo di intelligenza emotiva? Perché considerando l’attuale scenario aziendale/sociale, una forte intelligenza emotiva è una qualità essenziale in un leader.

I leader emozionalmente intelligenti sono più adatti a gestire situazioni di cambiamento/stress, hanno una grande capacità di capire cosa motiva gli altri e hanno maggiori possibilità di sviluppare legami forti con i propri colleghi e di creare dei team altamente performanti.

Nell’era della globalizzazione e del rapido cambiamento tecnologico, quando il cambiamento è l’unica cosa costante e la gestione efficace delle risorse umane è una grande sfida, l’importanza dell’intelligenza emotiva è più critica che mai.

Sul posto di lavoro e nella nostra vita personale, essere emotivamente intelligenti è una componente essenziale per gestire con successo il cambiamento e la crescita professionale.

Esempio lampante sono i nostri consulenti di vendita e i nostri team leader onlus. Nel loro contesto lavorativo quotidiano questa capacità, se ben utilizzata può diventare una vera e propria chiave per il successo.

intelligenza emotiva

Nel 1995 Lo psicologo statunitense Daniel Goleman pubblica il libro “Intelligenza Emotiva” in cui definisce questo particolare tipo di intelligenza come quell’insieme di competenze fondamentali per sapere affrontare bene la vita: autocontrollo, entusiasmo, perseveranza e capacità di automotivarsi; e introduce il concetto di autoconsapevolezza, cioè la consapevolezza dei propri processi di pensiero e delle proprie emozioni, la capacità di identificarle dando loro un nome.

Per Goleman si tratta della “capacità di motivare sé stessi, persistere nel perseguire un obiettivo nonostante le frustrazioni, di controllare gli impulsi e rimandare la gratificazione, di modulare i propri stati d’animo, evitando che la sofferenza ci impedisca di pensare, di essere empatici e di sperare”.

Secondo Goleman, sviluppare questo tipo di intelligenza può costituire un fattore determinante nel raggiungimento dei propri successi personali e professionali!

Le emozioni sono dotate di una forza dirompente che può ostacolarci nel raggiungimento dei nostri obiettivi, per esempio paralizzando la nostra capacità di agire o di decidere lucidamente. Se adeguatamente gestite, possono però regalarci una marcia in più aiutandoci a comunicare efficacemente, a saperci automotivare, a reagire meglio agli stimoli provenienti dall’ambiente.

Essere “emotivamente intelligenti” vuol dire saper conoscere e gestire le nostre risorse interiori e allo stesso tempo intuire, comprendere, rispondere correttamente alle emozioni degli altri.

Grazie a questa dote siamo in grado di comunicare, motivare, reagire nel modo giusto alle frustrazioni, coniugare le aspirazioni personali con le possibilità effettive di realizzare i nostri sogni.

Provare empatia nei confronti degli altri ci consente di relazionarci meglio con loro, comprendere i loro bisogni, regolare i nostri comportamenti per non calpestarli quando siamo intenti a soddisfare i nostri, di bisogni, o a perseguire i nostri obiettivi.

intelligenza emotiva

L’intelligenza emotiva si basa su varie abilità fondamentali; tra cui auto-consapevolezza, autocontrollo ed empatia.

Vediamo come possiamo migliorare gli elementi principali dell’intelligenza emotiva:

  • Auto-consapevolezza – Provare nuove cose, sperimentare, vivere nuove esperienze rafforza la consapevolezza nelle nostre capacità. Spingendoci un po’ oltre i nostri limiti permette di scoprire cose di noi stessi che nella nostra zona di comfort non emergerebbero.
  • Autocontrollo – Le nuove esperienze aumentano la nostra capacità di inventiva. Spesso ci troviamo in situazioni inaspettate che possono essere molto stressante a seconda delle circostanze. Riconoscere e gestire le nostre reazioni a queste situazioni ci permette di sviluppare la consapevolezza nella nostra capacità di lavorare e risolvere con successo situazioni stressanti.
  • Empatia – Incontrare ogni giorno persone nuove aumenta la nostra conoscenza e allarga la nostra prospettiva. Incontriamo persone che sono diverse da noi, talvolta straordinariamente diverse. In questo modo siamo meglio attrezzati per capire gli altri punti di vista e la loro percezione del mondo.

 

Testa la tua intelligenza emotivahttps://www.ihhp.com/free-eq-quiz/

 

Fonti:

Rakhee Tanwer – Vice President – Master Data Management at GENPACT  – https://www.linkedin.com/pulse/solo-travel-effective-way-enhance-emotional-rakhee-tanwer/

http://www.comprendereleemozioni.it/lintelligenza-emotiva-secondo-daniel-goleman-una-chiave-per-il-successo/

Back To Top